Andrea Tincani è il “KING OF TRACK”. Il veneto vince sia a scatto fisso che la road criterium dimostrando che la compagine italiana c’è anche in campo internazionale. Seconda e terza Panzeri e Coltro dietro Margaux Vigie.

IL KOT (King Of Track) in Corea, rappresenta un evento di grande visibilità mediatica e sportiva che quest’anno si è posto come una delle poche alternative reali agli eventi REDHOOK. Nel 2018 Molti Europei avevano battezzato l’evento come pietra miliare della stagione, la vittoria andò a Gabriele Bonechi davanti a Matteo Cecchini entrambi CYKELN davanti a Hal Hunter (HUNTERBROS) e Bonechi venne celebrato come uno dei potenziali pretendenti alla Red Hook di Milano di cui tutti conosciamo il finale.
Quest’anno è la compagine IRD MODENA che cerca l’attacco alla vittoria con Andrea Tincani e Riccardo Melandri tra gli uomini e una Arianna Coltro sempre più costante a provare il colpo grosso tra le donne.
La gara si svolge su un terreno strano con tratti su lastricato in cemento che rendono la guida impegnativa e occorre grande concentrazione per mantenere ritmo e velocità.
E nella finale “fixed” Tincani fa al meglio tutto quello che è nel suo DNA. Il veneto sceglie la sua preda, il francese del TEAM LOOK CRIT Achille Metro e gli lascia condurre i giochi nel gruppo tenendolo sempre sotto controllo. Per chi non segue la stagione fixed estera Achille Metro è quello che ha vinto la cronoscalata alla “fixed nations cup” e ha chiuso al 6° posto la Thunder Crit di Londra mentre il suo compagno Tim Ceresa ha quasi sempre guadagnato il podio nelle NL crit series 2019 ed è stato protagonista a livello internazionale del panorama fixed.
Tincani con una condotta di gara perfetta ha portato in fuga Metro non concedendogli respiro negli ultimi giri e lanciando la volata decisica dopo l’ultima curva che il transalpino ha cercato di contrastare solo per le prime pedalate. Tra gli italiani 5° posto per Riccardo Melandri (IRD) su Simone CErio (STEEL DRALI REPARTO CORSE) e il compagno di team Luca Sacchetti


La “vendetta” del TEAM LOOK CRIT vede protagonista Margaux Vigie in forma eccellente quest’anno, più volte davanti alla De Graaf nelle NL Series che ha la meglio su Paola Panzeri (SYSTEM CARS LOOK COMENSE) e Arianna Coltro IRD dopo una gara in gruppo compatto.



Da segnalare che Andrea Tincani vince anche la crit Road davanti al compagno di squadra Riccardo Melandri guadagnandosi il titolo di King Of Track con merito e proponendosi sempre come uno degli italiani più forti a livello internazionale.



I commenti sono chiusi .