CAR IS OVER CRIT – Game is over. Podio tutto T°RED tra gli uomini con Lezica davanti a Mariani e Curuchet. Francesca Selva vince la volata con Jasmine Dotti e Arianna Coltro.

E’ stata la gara fixed del ritorno di Alessandro Mariani, a casa sua con un nuovo team (T°RED FACTORY RACING) con cui aveva esordito in pista alla Tre Sere di Busto Garolfo (chiudendo con un ottimo quarto posto) ma è stata anche una delle gare con la media più veloce registrata quest’anno.

URBAN


Il livello complessivo italiano si sta alzando e già dalla gara URBAN (che ha incluso anche quella femminile) si sono viste velocità elevate e azioni importanti del gruppo di testa. Lo spettacolo è iniziato già nella URBAN in cui le ragazze, partite con 30″ di delay rispetto agli uomini, si sono lasciate raggiungere in pochi giri restando poi nel gruppo. Marco Cavallo (SIMO BIKE) ha cercato più volete la “rasoiata” vincente come già a Riccione ma in questa parte di stagione gli avversari sono nettamente più temibili con Andrea Prati (SMO) e Edoardo “Edo Belt” Minerva (BALANDERS CREW) pronti a dare battaglia e un Fabio Savio (DOCTOR BIKE) in crescita da tutta la stagione. Prati, vincitore della Rad Race Battle nel 2018, torna allo scatto fisso da esperienze vittoriose in pista (Campione Italiano Velocità individuale 2008 e a Squadre con Roberto Chiappa Loris Paoli nel 2010) e certamente vuole portare il gruppo alla volata. Cavallo cerca più volte di sgranare il gruppo chiedendo l’aiuto dei fratelli Ginghini (RAVENS) ma non riuscendo a concludere le azioni con una vera fuga. Anche il tentativo solitario su Patrick Suuk (BALANDERS) viene chiuso dall’azione dei RAVENS e di Alessandro Scazzi (ARMY OF TWO) che riporta sotto Cavallo e Minerva.
Negli ultimi giri la media si alza e il gruppo resta compatto ad aspettare lo sprint che Prati vince di autorità su un fantastico Edoardo Minerva con Marco Cavallo a chiudere il podio.

Finale URBAN – CLASSIFICA FINALE

1° Andrea Prati (SMO) 
2° Edo Belt Minerva (Balanders’ CREW)
3° Marco Cavallo (Team Simo Bike)
4° Fabio Savio (Doctor Bike)
5° Mario Galvan (SC FAGNANO)
6° Gian Lorenzo Ginghini (Ravens Fixed)
7° Gian Battista Ginghini (Ravens Fixed)
8° Matteo Bertani (GB Junior Team)
9° Alessandro Scazzi (Army Of Two Street Legendary
10° Patrick Suuk Kingsford (Balanders’ CREW)

Foto Erica Marson – Alessandro Esposito

DONNE


Sempre strana la gara donne mescolata alla gara Urban con le ragazze che partite trenta secondi dietro gli uomini in pochi giri si fanno riprendere e rimangono tutte nel gruppo alzando improvvisamente il ritmo.
E’ Jasmine Dotti (STEEL DRALI) che cerca di tenere la ruota di alcuni concorrenti che cercano la fuga cercando di ripetere la tattica che l’ha incoronata vincitrice alla Night Raw di Varese.
Tuttavia le azioni individuali non riescono mai a concludersi positivamente anche grazie a una marcatura stretta di Arianna Coltro (IRD) e Francesca Selva che non prendono l’iniziativa controllando Biolo (CINELLI) e Aurora Mantovani (Vo2 TEAM PINK)
Così la volata dell’ultimo giro è interminabile con Francesca Selva che vince a braccia alzate conquistando il 4° posto assoluto con a ruota Jasmine Dotti 5° assoluta e seconda nella sua categoria con Arianna Coltro a Chiudere il podio battendo sulla volata Aurora Mantovani.

Finale DONNE

1° Francesca Selva (TRED Factory Racing)
2° Jasmine Dotti (Steel Drali Reparto Corse
3° Arianna Coltro (IRD Modena)
4° Aurora Mantovani (Vo2 Team Pink)
5° Eleonora Mele (Army Of Two Street Legendary)
6° Letizia Galvani (Cykeln divisione corse)
7° Martina Biolo (Cinelli Team)

Finale A – UOMINI

Prima ufficiale di Alessandro Mariani con il nuovo Team T°RED FACTORY RACING dopo l’assenza di inizio stagione e l’esordio in pista alla Tre Sere di Busto Garolfo e il podio alla Night Raw Crit di Varese. Grande attesa per il “padrone di casa” che torna nel giro Fixed che aveva lasciato nel 2018 da protagonista con l’infortunio alla Nocturne di Londra.
Ricca presenza del team T°ERD FACTORY RACING ma la vera sorpresa è la forte partecipazione in gara A di Army of Two che con il nuovo acquisto Nicolò Falcone ambisce a fare punti nel Campionato a squadre.
La gara parte subito fortissimo con Cecchinato (T°RED FACTORY RACING) Ciaponi (RAVENS) a imporre al gruppo un gran ritmo già dal primo giro. Andrea Tincani (IRD) riporta il gruppo compatto ma favorisce la nuova fuga di Juani Curuchet (T°RED) che raggiunge alcuni di vantaggio prima di farsi riprendere dal gruppo.
Proprio mentre il gruppo fa il massimo sforzo per riprendere un argentino scatta da solo Facundo Lezica (T°RED FACTORY RACING) non nuovo alle azioni solitarie e inanella tre giri da cardiopalma con una media superiore ai 46 Km/h guadagnando secondi sul gruppo ad ogni passaggio.
E’ il solo Tincani a guidare la rincorsa con Ciaponi a ruota e gli altri T°RED ad aspettare il risultato dell’azione del compagno che continua a guadagnare.
Lezica alterna giri record a un giro di respiro ma continua a guadagnare terreno fin oltre i venti secondi diventando invisibile anche sui lunghi rettilinei per il resto del gruppo.
E mentre si aspetta un arrivo del protone in volata è ancora Curuchet a provare l’azione solitaria guadagnando subito terreno sul gruppo ormai remissivo. Solo un Cingi (IRD) in forma “Reggio Emilia” si lancia all’inseguimento seguito a ruota da Mariani che lo marca stretto fino a raggiungere Curuchet.
Lezica comanda con oltre 40 secondi sul gruppo, il terzetto Curuchet, Cingi, Mariani segue con una decina di secondi di vantaggio sul gruppo che ormai sembra deciso a giocare la volata per il 5° posto.
Ma la lotta per il podio è ancora aperta con i due T°RED in vantaggio su Cingi considerando anche la leadership di Lezica. E’ Mariani a scattare a due giri dalla conclusione con Curuchet che resta con Cingi e lascia guadagnare metri al compagno per seguirlo al suono della campana.
Mentre Lezica vince dopo 37 minuti di gara da solo al comando Curuchet raggiunge mariani completando il podio tutto T°RED FACTORY RACING con un Luca Cingi da applausi quarto.
La volata del gruppo viene lanciata da Parrinello (THORO) che però deve subire il rientro di Ciaponi (RAVENS) e di Alex Verardo che negli ultimi 50 metri ha la meglio su entrambi centrando il suo miglior risultato stagionale.

Finale UOMINI A

1° Facu Lezica (TRED Factory Racing)
2° Alessandro Mariani (TRED Factory Racing))
3° Juan Ignacio Curuchet (TRED Factory Racing)
4° Luca Cingi (IRD Modena)
5° Alex Verardo (TRED Factory Racing)
6° Matteo Ciaponi (Ravens Fixed)
7° Cristiano Parrinello (THORO Bicycles)
8° Simone Cerio (Steel Drali Reparto Corse)
9° Giorgio Favaretto (PPRTEAM Cycling Passion)
10° Danilo Borroni (Steel Drali Reparto Corse)



I commenti sono chiusi .