MOCHEM-GPS CRIT CARPI: Capati imperatore a Carpi, Panzeri prima tra le donne.

Seconda gara e il bronzo della RedHook Milano 2018 e del Campionato Italiano di Lissone torna a prendere lo scettro del migliore. La gara di Carpi offre da anni un fascino particolare, in un centro storico tra porfido e lastricato solo i migliori “rider” possono tenere per 40 minuti le sollecitazioni spingendo al massimo e il “crossista” laziale ha dato lezioni di guida a tutti gli avversari fin dal primo giro. 

La partenza della finale A è da sparo con la prima fila che cerca subito di allungare il gruppo nel circuito tecnico e dai difficili sorpassi Andrea Tincani (IRD), Michael Capati (PPR) e Gianni Bonaldo (Cinelli) prendono subito il largo inseguiti dal team SUPERNOVA e dal T°RED FACTORY RACING che giro dopo giro accumulano ritardo dai primi tre. 

Bonaldo perde contatto mentre per qualche giro il tandem Capati/Tinacani sembra poter arrivare a giocarsi la vittoria negli ultimi giri. Neanche il tempo di pensarlo che Michael Capati infila tre giri fenomenali restando da solo al comando e iniziando prima di metà gara a raggiungere gli ultimi atleti in classifica. Bonaldo mantiene la terza posizione e viene raggiunto da Marco Pretolani (BIKE INNOVATION) e da Matteo Ciaponi (POSTALESIO) sempre a suo agio sui percorsi tecnici e guidati. 
Mentre Capati comanda senza esitazioni mandando ai “box” i doppiati giro dopo giro Andrea Tincani consolida il secondo posto a distanza di sicurezza dal terzetto Pretolani/Ciaponi/Bonaldo. 

Bravissimo il corridore di Cinelli a tenere le energie per gli ultimi giri e a conquistare il podio per un ritorno di Cinelli a un risultato tra i tre. Ciaponi e Marco Pretolani restano gli unici corridori nello stesso giro del vincitore dando luogo a una inedita classifica con solo 5 corridori a pieni giri. 

Capati guadagna quindi il primo posto nel ranking con pieno merito mentre Simone Omarini, vincitore della prima gara a Reggio Emilia, partito in fondo al gruppo cade alla prima curva e termina la sua stagione con la frattura del femore destro che lo terrà lontano dalle gare per almeno sei mesi. 

Non presenti alla gara di Carpi gli altri del podio di Reggio Emilia Cingi (IRD) e Corrocher (T°RED FACTORY RACING) la classifica generale si rimescola in attesa della prossima gara di Monselice il lunedì di Pasqua.

Nella manche femminile lo spettacolo è garantito da una gara a ranghi compatti con il ritorno di Paola Panzeri (assente a Reggio Emilia) e Arianna Coltro (IRD) Martina Biolo (ONE GEAR) pronte a dare battaglia su un percorso tecnico e difficile. 
La Panzeri forse risparmia un po’ le forze e non prende troppi rischi chiudendo la gara al comando con autorità e lasciano alla Coltro e alla Biolo i due gradini bassi del podio. La Panzeri raggiunge Giorgia Fraiegari (CYKELN) in testa al ranking anche per l’assenza di tutta la squadra toscana dalla gara di Carpi. 

Da segnalare alcune proteste di alcuni corridori e squadre nei confronti dei giudici di gara FCI riguardanti la partenza effettuata senza appello né schieramento secondo il ranking (come previsto dal regolamento) e il comportamento di alcuni corridori che non hanno immediatamente lasciato il tracciato una volta doppiati dalla testa della gara (come previsto dal regolamento). 

FINALE A – PRO 

1° – Michael Capati PPRTEAM Cycling Passion
2° – Andrea Tincani IRD Modena
3° – Gianni Bonaldo Cinelli Team
4° – Matteo Ciaponi AC Postalesio 
5° – Marco Pretolani Bike Innovation

CLASSIFICA MASCHILE
RANKING MASCHILE DOPO LA SECONDA GARA

FINALE A – DONNE

1° – Paola Panzeri SYSTEM CARS
2° –Arianna Coltro IRD Modena
3°- Martina Biolo ONE GEAR
4° – Angela Perin ASD Sant’Eufemia
5° – Ania Bocchini Supernova Factory Team
6° – Jasmine Dotti Steel Drali Reparto Corse
7°- Eleonora Mele ONE GEAR

CLASSIFICA FEMMINILE
RANKING FEMMINILE DOPO LA SECONDA GARA

UOMINI URBAN

1° – Mattia Capece Dafne Fixed
2° – Andrea Ziliani Supernova Factory Team
3° – Andrea Olivieri Sartoria Ciclistica

I commenti sono chiusi .